Criconia: “Intensità e comunicazione ci hanno permesso la grande rimonta con Arezzo”

La rimonta culminata con il clamoroso quarto parziale, ha permesso alla San Giobbe Chiusi di ottenere due punti preziosissimi contro Arezzo, una della formazioni più in forma in questo periodo nel campionato di Serie C Gold Toscana.

La SBA, arrivata al PalaCoopersport forte di tre vittorie consecutive e, più ampiamente, da sei vittorie nelle ultime sette partite disputate dopo il turno di riposo di metà dicembre, ha venduto cara la pelle per quasi tre quarti di gara, per poi subire prima il rientro e poi il colpo del k.o. nel quarto conclusivo.

“Conoscevamo le qualità di Arezzo, una squadra bene attrezzata – commenta la guardia della San Giobbe Martino Criconia. Si è visto a inizio partita, ce la siamo giocata punto a punto e poi loro sono riusciti a scappare all’intervallo sul più sei. Abbiamo giocato un buon terzo quarto recuperando quattro punti e poi nel finale con difesa e intensità siamo riusciti a portarci avanti noi di un bel vantaggio”. “La chiave è stata l’intensità in difesa e la comunicazione tra di noi, – continua Criconia – abbiamo giocato molto bene di squadra parlando e aiutandoci l’uno con l’altro”.

Sul campo note agrodolci per quanto riguarda i rientri degli infortunati: “Sono contento per il rientro di Nicholas (Groppi), che era fuori da tanto tempo.– conclude il numero tre di Chiusi – Sappiamo tutti noi giocatori quanta sia la voglia di stare sul parquet e quanto sia difficile guardare le partite da fuori, ma in generale è un rientro molto importante. Dall’altra parte, Nunzio (Sabbatino), che pur aveva iniziato in quintetto dopo aver saltato la trasferta di Livorno, ha risentito un dolore. Speriamo che non sia nulla di grave”.

Leave a Reply