Chiusi batte Empoli e sale in testa al Girone L. Bassi e Berti: “Passi in avanti notevoli”

Due su due in Supercoppa Centenario per la San Giobbe Chiusi, che dopo aver battuto Firenze nel primo turno ha avuto la meglio anche su Empoli. La vittoria contro la Use Computer Gross è arrivata al termine di una partita agevolata da un inizio perfetto in entrambe le fasi, difesa ferrea e attacco letale, ingredienti che hanno permesso alla squadra allenata da Coach Bassi di imporre un divario che i padroni di casa, pur recuperando, non sono mai riusciti a portare sotto i due possessi.

“Un’uscita positiva, – commenta il Capo Allenatore di Chiusi – abbiamo fatto quindici minuti di altissimo livello difensivo e offensivo, poi siamo un po’ calati ma devo dire che sono cresciuti molto anche i nostri avversari. Li abbiamo subiti, più per merito loro che per demerito nostro perché sono riusciti a impostare la gara come volevano, ma queste sono le partite che andremo a giocare da qui in avanti. E’ necessario saper soffrire, noi lo abbiamo saputo fare, abbiamo controllato abbastanza bene. Un passo in avanti notevole sotto tanti punti di vista”.

Dello stesso avviso anche il capitano Simone Berti: “Siamo stati bravi, abbiamo avuto un approccio grandioso ma non solo, i primi venti minuti sono stati eccellenti, abbiamo ruotato tutti e siamo andati tutti bene. Poi, è chiaro, è stata una partita di pallacanestro, ci sono gli avversari che sono stati bravi a non mollare e a restare attaccati alla partita, ci hanno messo in difficoltà e hanno continuato a macinare. E’ stato comunque un bel test che ci da dei punti chiari sui quali dobbiamo lavorare e sottolinea le qualità di questo gruppo che non sono solo tecniche ma anche di squadra”.

All’orizzonte c’è subito un’altra sfida, la terza del Girone L contro la Ristopro Fabriano in programma mercoledì 28 ottobre alle 21.00 in terra marchigiana.

“Andiamo a Fabriano a giocare contro una delle migliori se non la migliore squadra della Serie B – prosegue Bassi. Roster e allenatore sono di altissimo livello quindi sarà una bellissima sfida da giocare. In più c’è anche la qualificazione in ballo, quindi, a maggior ragione, dovremo farci trovare pronti”.

“Quando c’è una competizione nessuno vuole perdere e noi siamo lì e vogliamo giocarcela – conclude Berti. Vogliamo misurarci con una squadra che è tra le favorite del campionato, che ha nomi illustri e giocatori di grande caratura. Per noi sarà una bella sfida, dovremo alzare ulteriormente l’asticella ma andiamo ad affrontarla con la gioia di chi vuole giocare questo tipo di partite”.