La Spezia amara per la San Giobbe Chiusi. I padroni di casa si impongono 87-61

SPEZIA BASKET CLUB – SAN GIOBBE BASKET CHIUSI 87-61 (28-15; 24-13; 20-18; 15-15)

LA SPEZIA

Cimarelli 6, Lauriola, Pipolo 10, Dalpadulo, Kibildis 15, Loni 14, Fazio 4, Bertola 2, Suliauskas 29, Steffanini 7 Capo All. Padovan Ass. Lanza

SAN GIOBBE CHIUSI

Ceccarelli 6, Criconia , Mihaies, Groppi, Kuvekalovic 9, Infanti 9, Radunic 20, Zambonin 4, Sabbatino 4, Cresti, Rettori, Lombardo 9 Capo All. Monciatti Ass. Semplici

Arbitri

Orlandini, Sgherri

Inizia con una sconfitta il 2020 della San Giobbe Basket Chiusi, che cade a La Spezia per 87-61. Giornta no per i senesi che soccombono a una squadra praticamente perfetta per tutto l’arco dell’incontro, offrendo una prova decisamente sottotono. Si chiude quindi con ventidue punti il girone di andata per la formazione chiusina, comunque prima in classifica.

Primo Quarto

Partita bloccata in avvio, Radunic prova dalla lunetta, ma il risultato è zero su due, dall’altra parte La Spezia mette a referto il primo punto della gara facendo leggermente meglio ai liberi. A oltre due minuti dall’inizio della contesa il punteggio è di 1-0, con i padroni di casa però molto fallosi; sono già tre le infrazioni commesse. Ancora dalla lunetta Radunic e questa volta è due su due con Chiusi che ribalta il minimo vantaggio locale. Arrivano ora anche i punti dal campo, prima La Spezia dalla distanza poi ancora Radunic da sotto canestro: è 4-4. La partita decolla, ancora la formazione ligure con il più due in appoggio e replica chiusina per il 6-6. La Spezia con una bomba sale a quota nove e subito dopo in contropiede va più cinque sul 11-6. Super momento per i padroni di casa ora a tredici, Chiusi risponde con Radunic tornando meno cinque. La Spezia in controllo, due su due dalla lunetta, con il tabellone che recita 15-8. I padroni di casa spingono sull’acceleratore e vanno 17-8 mentre la San Giobbe pecca di precisione e fatica a tenere il passo. Ribaltata la situazione falli, La Spezia partita male su questo frangente ora gioca tranquilla, Chiusi invece è in bonus e i liguri ne approfittano per andare sul più undici con due liberi. Tornano a far punti i senesi con Kuvekalovic, La Spezia dalla distanza, Lombardo replica, ma ancora da tre i liguri per il 25-13. Percentuali altissime per La Spezia, ancora tre punti e 28-13, Radunic accorcia 28-15 e lo zero su due ai liberi per i locali mette fine alla prima frazione.

Secondo Quarto

Zambonin subito a segno al rientro in campo, ma La Spezia mette ancora tiri da lontano: 31-17. Più sedici per i locali, che continuano a macinare gioco, salendo ai trentacinque. Zambonin tampona, ma di nuovo una bomba porta La Spezia in orbita. Sabbatino a segno, 38-21, poi Radunic da sotto canestro, ma i giocatori spezzini sono dei cecchini. Ancora tripla e poi il canestro che vale il 41-23. Kuvekalovic prova a svegliare i suoi, La Spezia non si scompone, e scappa con l’ennesima tripla di giornata sul 46-25. E’ dura per la formazione chiusina: ora a meno ventitre e addirittura doppiata sul 50-25. Non cambia l’inerzia negli ultimi secondi, La Spezia sfrutta il contropiede per toccare quota cinquantadue, la San Giobbe prova a rendere meno amaro il primo tempo con i tre punti di Kuvekalovic, che chiudono una frazione avara di realizzazioni per i senesi: è 52-28.

Terzo Quarto

Padroni di casa a segno. Il terzo periodo mantiene invariati i valori visti in campo fino a questo momento. La Spezia comanda e sale a sessantadue, per la San Giobbe punti per Sabbatino, Radunic e Infanti che spara dalla distanza. Il divario supera adesso i trenta punti in favore dei liguri, con il tabellone che recita 68-35. Lombardo uno su due ai liberi, ma La Spezia dilaga e mette a segno i punti del 70-36. Kuvekalovic e poi Lombardo, ma i padroni di casa fermano la mini serie positiva dei senesi tornando più trantadue. Ceccarelli da tre, imitato da Criconia, questi sono gli ultimi squilli del terzo quarto che quindi va in archivio 72-46.

Quarto Quarto

Lombardo tiene viva la striscia di triple consecutive per la San Giobbe, dall’altra parte La Spezia fa due su due dalla lunetta e sale a settantaquattro. Radunic, prova a tenere viva la contesa, ma i liguri tornano a segnare da tre e adesso sono 77-51. Infanti a segno, ma ormai è un’impresa impossibile. La Spezia tira il fiato, ma agisce bene in contropiede e aumenta ancora il divario. La San Giobbe pecca ancora in precisione e a quattro minuti dal termine è 81-53. Di nuovo Infanti, questa volta con tre punti, La Spezia non trema e replica agli ospiti con i punti del 84-56. Ultima parte di gara con i liberi protagonisti, Radunic porta i suoi a cinquantanove, La Spezia risponde salendo a ottantasette. Ancora Radunic per l’ultimo canestro, che non fa altro che rosicchiare leggermente da un passivo che recita 87-61.

Leave a Reply